Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica

per abrogazione

Determina Dirigenziale  QI/34874/2020 del 3 marzo 2020.

LE ADESIONI SONO CHIUSE!

“I Cittadini Romani a Tutela del Diritto all’Abitazione”

Asso Consum Regionale Lazio propone Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica a tutela degli interessi dei Cittadini Romani per le problematiche relative gli immobili costruiti in aree ex. DL 167/1962.

Con quest’ultima Determina Dirigenziale il Comune di Roma vuole assestare un ennesimo duro colpo al valore degli immobili dei piani di zona P.E.E.P. in diritto di superficie – proprietà.

Dopo averne reso le vendite complicatissime con la mala gestione di Affrancazioni e Trasformazioni, ne vuole rendere impossibile anche la locazione, bloccando la vita dei cittadini.

Sembra che l’Amministrazione capitolina voglia usare lo slogan

«Come rendere la tua casa priva di valore in tre mosse».

VALORE DELL’IMMOBILE

Valore iniziale
Delibera 46/2017
Delibera 116/2018
Determina 03/03/2020

QUALE E’ IL PROBLEMA?

Quest’ulteriore Determina aggrava la situazione di tutti quei cittadini che possiedono un immobile in 167.

Il Cittadino è costretto a mettere mano al portafogli e di fatto dover affrontare lungaggini nella gestione delle domande che si protraggono fino a tre anni in assenza di “urgentazione” motivata da compromessi per la vendita.

Senza tale procedura il Cittadino non può vendere né accedere alla surroga del mutuo.

A seguito dell’entrata in vigore della Determina , il Comune di Roma uniforma e introduce le modalità per la locazione degli immobili costruiti ai senti della legge 167/62 sancendo che quest’ultimi devono essere locati al 4,5% del PMC (Prezzo Massimo di Cessione) anche se ritiene con le delibere 46/2017 e 116/2018 che lo stesso si rende svincolato mediante la procedura di affrancazione.

Scopri di Più

Calendario Eventi

Guarda Conferenza

imag3

Pertanto gli immobili continuano di fatto ad essere svalutati e ne risulta sempre più difficile la compravendita.

imag2

Perché aderire al ricorso?

Per difendere i propri diritti completando i due precedenti Ricorsi patrocinati da Asso Consum Regionale Lazio contro la 46/2017 e la 116/2018 che avevano già generato enormi danni ai cittadini dei Piani di Zona.

Per non permettere una ulteriore svalutazione dei nostri appartamenti cominciata dalle due delibere del Sub Commissario Tronca

Perché ad oggi questi appartamenti sono invendibili se non previo pagamento di un importo eccessivo rispetto a quello previsto dalla legge.

AZIONI CONCRETE

(già realizzate)

Asso Consum Regionale Lazio si è già fatta promotrice di due Ricorsi Straordinari al Presidente della Repubblica verso le Delibere Capitoline 46/2017 e 116/2018 rappresentando l’interesse di migliaia di cittadini romani che hanno aderito. 

L’iter di entrambi i ricorsi ha superato le valutazioni procedurali del Ministero competente ( MIT ) che ha espresso, a firma del Ministro,  parere favorevole alle motivazioni depositate.

Le procedure sono quindi all’attenzione del  Consiglio di Stato che dovrà esprimere la sua decisione.

Se vuoi saperne di più accedi ai Ricorsi: 

Contattaci whatsapp